Tipi di riso e come usarli

La maggiorparte di noi comuni mortali ha confusione su quale tipo di riso usare nelle diverse ricette. Certo i ricettari non aiutano, indicano sempre la parola riso per qualunque ricetta. Invece la varietà del riso può pregiudicare la ricetta stessa se ad esempio usiamo un riso per fare un dolce adatto ai risotti e viceversa.
Di sicuro i produttori di riso non aiutano, anzi spesso ingannano i consumatori vendendo sotto la dicitura "per tutte le ricette" riso che per tutte le ricette adatto non è. Ad esempio recentemente ho notato al supermercato una scatola di Curtiriso Ribe con la dicitura (a caratteri cubitali) "adatto a tutte le ricette", specificato minestre (e ci viene in mente anche dolci); quando invece il Ribe è sopratutto adatto a risotti ed insalate di riso, quindi a preparazioni asciutte, pregiudicando così tutte le nostre buone intenzioni.
Un consiglio: non fidatevi della dicitura "per tutte le ricette" e sopratutto non sapendo scegliere meglio non seguire ciò che c'è scritto sulla confezione, come ad esempio: adatto per risotti, minestre, ecc...Quello non dovete nemmeno leggerlo, ciò che è necessario per non essere tratti in inganno è scegliere leggendo il tipo di riso, il nome della varietà.

Il riso si divide in riso integrale e riso bianco.

Fondamentalmente tanto più il riso è fino, tanto più riesce meglio asciutto.

Il riso bianco a sua volta si divide in:

Riso comune
DOLCI - MINESTRE IN BRODO - CROCCHETTE - VERDURE RIPIENE
  • ORIGINARIO= dolci, minestre in brodo, crocchette, verdure ripiene
  • BALILLA= dolci, minestre in brodo, crocchette, verdure ripiene

Riso semifino
RISO IN BIANCO -RISO BOLLITO- RISO CON SUGO- TIMBALLI - SUPPLI' -CONTORNI
  • LIDO= riso in bianco; timballi; contorni
  • VIALONE NANO= minestre di riso; risotti brodosi; riso bollito; sconsigliato per i dolci

Riso fino
INSALATE -RISOTTI -CONTORNI-PIATTI UNICI
  • RIBE = risotti, insalate di riso; sconsigliato per dolci

Riso superfino
RISOTTI DA CHEF
  • ARBORIO=risotti; sconsigliato per dolci
  • ROMA = risotti; sconsigliato per dolci
  • CARNAROLI = risotti; sconsigliato per dolci
  • BALDO = risotti, sconsigliato per dolci
Un discorso a parte per i risi esotici, adatti per CONTORNI come il BASMATI, IL THAIBONNET, IL VENERE, ecc.
Metterli sempre a bagno prima della cottura.

Il riso parboiled è venduto come riso che non si incolla, sconsigliato per risotti.
Il riso a cottura rapida è sconsigliato, rispetto al riso bianco ha poco gusto e ancor meno sostanze nutritive.

7 commenti:

Gunther ha detto...

sono informazioni molto utili, perchè poi alcune ricette riescono poco, hai fatto bene a pubblicarle

Susina strega del tè ha detto...

Mooooooolto utile questo post, per me che sono un'amante del riso finalmente delle delucidazioni in materia!! grazie!!
^_^

Titti ha detto...

Eh sì, ci voleva un po' di chiarezza.

miciapallina ha detto...

Ciao.
Domani dovrei pubblicare un post su un risotto e per le spiegazioni avrei lincato questo tuo post perchè lo trovo davvero ben fatto.
Spero che non ti dispiaccia, ma se ci fossero problemi dimmelo pure e tolgo subito il collegamento con il tuo blog!

nasinasi

miciapallina

Titti ha detto...

Certo Miciapallina, puoi linkarmi, anzi mi fa piacere. Ciao

Anonimo ha detto...

Parboiled sconsigliato per i risotti? Se si vuole esaltare il sapore degli ingredienti, non sentendo quello dell'amido che sicuramente non piace a tutti, e sopratutto se lo cucini in grossisime quantità come capita nelle grandi cerimonie dove, la maggior parte delle volte che gli Chef usano un Carnaroli o un Arborio presentano a tavola una poltiglia scotta o in alternativa poco cotta, sicuramente consiglio di usare un Parboiled.

GattoNero ha detto...

Molto interessante!!!

Posta un commento