martedì 3 marzo 2009

Risotto al gorgonzola






Delicato e cremoso risotto al gorgonzola, con lieve presenza di noci.






INGREDIENTI (per 3/4 persone):

  • 400 gr. di riso per risotti
  • 1 scalogno*
  • 20 gr. di burro
  • 70 gr. di gorgonzola dolce (c'è anche il piccante, non fare confusione all'acquisto)
  • 3 cucchiai abbondanti di panna da cucina
  • 1 cucchiaio abbondante di brandy (io ho usato lo Stock, se non ne hai in casa una bottiglia, ti consiglio di acquistarla, ti servirà per cucinare, si trova spesso nelle ricette)
  • 2 cucchiai di noci tritate
  • 1 litro circa di brodo caldo (sta molto bene il brodo fatto con granulare delicato)

Trita lo scalogno e fallo appassire nel burro, senza soffriggerlo.
Aggiungi il riso, mescola e quando sarà lucido bagna con un paio di mestoli di brodo caldo. Poi fai come si fa con il risotto: aggiungi un paio di mestoli alla volta e poi fai asciugare, poi aggiungi e fai asciugare, sempre così, a fuoco moderato, finchè, assaggiando il riso, non è cotto.
Nel frattempo, lavora il gorgonzola con la panna e il brandy, in modo da ottenere una crema omogenea.
Quando il riso è pronto, abbassa la fiamma al minimo e mescola la crema di gorgonzola e le noci, mantecando mezzo minuto.
Servi subito. Non serve il parmigiano nei risotti e nelle paste al formaggio, proprio perché c'è già il formaggio.

*Ingrediente critico! Lo scalogno è un ortaggio a bulbo tipico della cucina francese, dove viene molto apprezzato e coltivato. Il sapore dello scalogno è simile a quello della cipolla, ma è più delicato. Si divide nella varietà grigia, a coscia di pollo e Jersey. Si mangia crudo e cotto e si usa spesso per dare un tocco raffinato ai piatti.
Cotto, è molto più digeribile della cipolla.

Il consiglio: lo scalogno non va mai soffritto perché diventerebbe amaro; è meglio lasciarlo appassire a fuoco lento.

4 commenti:

  1. Ciao,
    interessante il tuo blog e questa ricetta è molto invitante.

    RispondiElimina
  2. Se ci metti "3 cucchiai abbondanti di panna", viene fuori un risotto alla panna e non al gorgonzola, ilo gorgonzola ha gia la materia grassa che serve a mantecare, quindi basta solo quello, e l'alcol, (sia brandy, vino o qualsivoglia tipo) va subito dopo la tostatura, perchè fissa l'amido e fa si che il riso faccia più fatica a scuocere!!!!!

    RispondiElimina
  3. Ma hai letto la quantità di riso?! E' 400 gr. e tre cucchiai di panna ci vogliono, Il gorgonzola da solo non ce la fa e lo renderebbe troppo amarognolo. Il brandy in questo caso serve per lavorare la crema di gorgonzola. Suvvia, provalo invece di giudicarlo senza prima averlo cucinato. E' buono buono.

    RispondiElimina
  4. David Schimtz "Chef del Gasthof Post, Vipiteno)5 febbraio 2012 15:16

    Nessuno dei due sbaglia ma nessuno dei due ha ragione su 400g di riso (possibilmente Roma) un cucchiaio di panna è permesso a patto che il gorgonzola sia sufficientemente maturo e profumato, mentre, per il brandy o cognac (io prediligo l'italianissimo brandy) mischiarlo al gorgonzola non è molto consigliabile, l'alcool ossida alcuni batteri del formaggio e ne perde il gusto, sfumare il riso dopo averlo tostato qualche minuto con un profumato vino bianco e la giusta regola per stabilizzarlo.
    vi do un consiglio, aggiungete alcuni piccoli pezzetti di stracchino e una nocciola di burro chiaro,ovviamente prima di mettere un formaggio fate in modo che l'altro sia completamente sciolto.

    RispondiElimina